sportc

Chi sogna da solo realizza utopie; chi sogna con gli altri costruisce la storia.

Lo sport come strumento di maturazione personale e di impegno sociale, così recita l’articolo 2 dello Statuto della Polisportiva Santa Maria Candelora, fortemente voluta da Don Sasà, supportato da giovani ed adulti di AGESCI ed Azione Cattolica.

Proprio la sinergia tra i responsabili delle due associazioni rappresenta il biglietto da visita più importante per la Polisportiva che vuole essere nella parrocchia e con la parrocchia un ulteriore strumento per mettere in pratica l’invito che Giovanni Paolo II rivolge agli sportivi in occasione del Giubileo del 2000 ovvero favorire l'affermarsi di valori importanti quali la lealtà, la perseveranza, l'amicizia, la condivisione, la solidarietà; uno sport che contribuisca a far amare la vita, educhi al sacrificio, al rispetto ed alla responsabilità, portando alla piena valorizzazione di ogni persona umana.

A chi si rivolge la Polisportiva? A tutti quelli che, a torto o a ragione, credono di essere dei giocatori mancati o futuri campioni; a quei papà con tanto di pancetta ed acciacchi che però a tirare un calcio ad un pallone ogni tanto non rinunciano evocando i trascorsi di un tempo perché lo sport ti fa tornare come bambini; a tutti quei bambini e ragazzi ai quali basta una palla anche di carta per renderli felici e capaci di inventare giochi di tutti i generi; a tutte quelle ragazze che hanno voglia di mettersi in gioco con allegria; a tutti quelli di ogni età che hanno ancora voglia di divertirsi, sudare e a volte ridere anche di se stessi.

 Lo sport, il vero sport, è questo, coinvolge tutto di noi, ci forma ci dà delle sensazioni e quindi delle idee di noi, degli altri, della vita. Anche noi vogliamo dare il nostro contributo alla realizzazione del progetto pastorale della Parrocchia e raccogliere la sfida educativa. Siamo certi che si può educare anche attraverso lo sport e trasmettere la gioia di vivere e di stare insieme.


 

Pagelle S.Luca-Candelora Red

Dettagli

Polimeni: 8
Come dice il saggio, dei SE e dei MA son piene le fosse; ma se Poli non avesse mostrato i riflessi del gatto sul 2-2 e da li per tutto il 2° tempo – siamo proprio sicuri che alla candelora oggi si farebbe festa? 
ieri in versione Tarzan.

 
Grillone: 7+3
Pronti-via, Nico lo mette in moto tra le belle statuone della difesa del s. Luca e lui, come si dice in gergo, va a far gol con le mani in tasca per ben due volte. Dopo aver spedito baci a mezzo mondo,Sottoscritto escluso, don Grillone si dà al futbol bailado (per chi non sapesse cosa sia lo cerchi) e fa impazzire, uno dopo l'altro, tutti i malcapitati difensori avversari..Sperando, dopo feste, di ripetersi.
Genio.

Scordo: 6,5..di stima
Ricordate quando Rocco, ai tempi del Padova, diceva ai suoi difensori: “O la palla o la gamba: e se è la palla, pazienza”? Lo stesso dev'essersi detto il colosso Candeloriano nel sottopassaggio prima di scendere in campo. Un paio di calcioni ben assestati alle caviglie degli avversari ed ecco messi subito nelle condizioni di non nuocere. 
Perfido.

Nico:9+
Okay, d'accordo, non sarà un extraterrestre come il famoso Messi e non avrà l'aria rapace di Rooney; ma per la perfezione dei movimenti, per la delicatezza del tocco e per la sua capacità di essere lucido e implacabile sotto rete, al primo come al 50° minuto, alla candelora dovrebbero prenderlo e chiuderlo in cassaforte ad ogni fine match.
Di certo con lui si vince. 
Provvidenza (divina)

Valerio : 8,5
Diciamolo: un attaccante che applaude un compagno, Postilotta, dopo un cross su cui non potrebbe arrivare nemmeno Gulliver; e poi ne applaude un altro, so frati, per un traversone buono per un colpo di testa di un tifoso in curva, o è un buontempone o è San Francesco d'Assisi. Buona la seconda! Perché il buon Dio, intenerito, decide di assisterlo e la palla giusta – quella del 5° gol in 2 partite – alla fine gli arriva. Tanto tuonò che piovve.
Redivivo.

Ugo:8++
Quando ha visto Luigi, dall'alto dei suoi 168 cm., saltare indisturbato in area e colpire di testa a botta sicura con gli avversari che lo guardavano incuriositi manco fosse un nano da giardino, e il portiere inginocchiato, al povero Ugo la Camera dev'essere venuto il il luccichio agli occhietti: se anche quella pulce di Gigi segna gol alla Gerd Muller, vuol dire che: forsi nci simu. 
Mago walter

sottilotta: 7,5
Metti una sera il 22enne (ieri capitano) che entra in campo e al pronti via firma non uno, ma addirittura due gol per la gioia della curva e dell' allenatore. La dedica, però, è tutta per il buon vecchio omonimo, Giorgio D'Ascola, quello che tutto voleva meno che i due gol che riportano la gara del "Giorgio realizador" nuovamente in una situazione di parità..tutto da rifare..
Spumeggiante

Campo S. Luca: voto 0
Vedendo certe immagini di ieri si potrebbe pensare che molti giocatori, che in corsa inciampano sulla palla - perdendola - siano delle pippe... Invece no. Il premio “Genio della lampada”, oggi, va di diritto ai gestori del prato di S. Luca, spelacchiato ovunque, un campo stretto e lungo, a dir poco inquietante.
sembrava sussurrasse "Per questo Natale, scivoloni per tutti" . 
Obbrobrio.{jcomments on}

Pagelle Candelora Red Vs S. Lucia (13-1)

Dettagli

Sottilotta:
A dispetto degli anni e degli acciacchi abituali che lo costringono a giocare sempre più da ngrippato, Postilotta trova sempre il modo di dimostrarsi decisivo nelle retrovie.Un compagno (periti) centrato in pieno con botta da fuori dopo palla malamente persa dagli avversari,uno scivolone maligno e una sfida col suo omonimo che oggi realizza una doppietta e lo lascia sotto di 2..
Intrepido-sfortunato
voto: 7+


Musolino:
Ovverosia: il curioso caso del giovane Totò che alla Candelora ad Agosto si presenta a san Bruno e subito conquista Ugo e compagni. Capace di muoversi alla frenetica velocità di nico, giorgio e compagni, sveglio di testa e rapido di gambe, MUso è il tassello che a La camera mancava per completare il puzzle perfetto.
Predestinato.
voto: 7


Giorgio D'ascola:
Se al guerriero Achille la madre Teti aveva regalato il dono dell'invulnerabilità, dimenticandosi però di un tallone rimasto scoperto, col Piccolo Giorgio dai capelli d'oro, la Dea del calcio, ha fatto le cose per bene se è vero che ancor'oggi, a 19 anni suonati  e con mille battaglie sul gobbone, il Grils aspetta ancora d'incappare nel primo acciacco serio  di una leggendaria carriera almeno fino a questo momento. 
Superpila.
voto: 8

Valerio:
Non capita spesso di assistere alla partita perfetta del giocatore perfetto. Diciamo 2-3 volte nella vita, e oggi è successo a chi avuto la fortuna di vedere Il biondino, al Sig. Gianni Stadium, scendere in campo a miracol mostrare. Quattro gol, uno più bello dell'altro, uno più diverso dall'altro, e il sorriso a dentatura completa che luccica sulla sua bocca. 
Baciato dalla grazia.
voto: 9

Periti:
Ricapitolando: un gol, per sbloccare la partita; un gol, favoloso e risolutivo, per far vedere al mister che lo schema dell'angolo dx è stato capito ; e ancora un gol, fantastico,determinante e che detta il suo fine partita e i 3 punti.
Oggi in veste: Superman.
voto:9+

Nico:
Siccome di questi tempi buttarla dentro è un'impresa, non importa, El Calabrò decide che in gol ci manderà qualcun altro. Lo fa prima con Periti, sussurrandogli “prego, accomodati”; e poi con Casile dopo aver scritto sulla palla: “toccare piano, prego”. Poi gli torna la voglia. E approfittando di un avversario che dorme, la butta dentro. Di punta. Facile facile. Di potenza. Ma chisseneimporta! 
Houdini.
voto:8{jcomments on}

Inizia il campionato 2012

Dettagli

pallone smallAnche se un pò in ritardo riprendiamo l'appuntamento con gli articoli sulla polisportiva parrocchiale impegnata anche quest'anno nell'ORATORIO CUP.

Ben 4 le squadre impegnate quest'anno, 3 nel campionato di calcio a 5 maschile ed 1 in quello femminile.Nel Girone A troviamo la Candelora White, squadra composta prevalentemente da giovani (talenti!), nel girone B la Candelora Blu, composta da Arrigo Antonino,Basile Marco,Candela Fabio,Cutrupi Andrea,Femia Claudio,Irto Andrea,Miggiano Guido,Rampaldi Vincenzo,Scollica Denis,Valenti Nicola,Zito Alessandro. Ed infine nel girone C, la Candelora Red composta da: Barreca Domenico,Basile Danilo,Basile Giuseppe
Casile Alessandro, D'ascola Giorgio, D'Ascola Valerio, Franciosi Martino, Grillone Luigi, Iannolo Lorenzo, Musolino Antonio, Nicolò Antonio, Periti Domenico, Polimeni Andrea, Scordo Andrea, Sottilotta Giorgio.

Leggi tutto: Inizia il campionato 2012

Ripresa attività polisportiva

Dettagli

Dopo la meritata pausa estiva riprende l'attività della Polisportiva Santa Maria della Candelora, ed anche quest'anno saranno numerose le discipline cui prenderà parte il gruppo, sempre più nutrito, dei tesserati.

Infatti, durante le prossime settimane ed in vista di una nuova entusiasmante stagione, scenderanno in campo – per la disciplina del calcio a 5 – le 3 squadre maschili, il team femminile e quello dei ragazzi under 14, mentre nel frattempo sono ripresi anche gli allenamenti della squadra di basket, che nell'ultima competizione CSI – pur essendo alla sua prima esperienza – è salita sul terzo gradino del podio, ed è in attesa di conoscere il calendario della prossima stagione.

Sono poi pronti per essere lanciati anche altri interessanti progetti, tra cui la creazione di una squadra di volley, la partecipazione alla competizione di un torneo di corsa campestre, oltre al consueto ed immancabile appuntamento estivo della Candelora Cup.

Quest'anno la dirigenza della Polisportiva prevede una significativa crescita delle adesioni – che a poco più di un anno dalla sua costituzione è vicina a toccare il tetto dei cento affiliati – , anche grazie al fatto che, alle nostre attività, potranno prendere parte non solo i soci delle diverse realtà parrocchiali, ma anche coloro che non appartengono ad alcuna associazione. La Polisportiva si pone, nel secondo anno dalla sua nascita, l'obiettivo di "promuovere uno sport che crei le condizioni di una vita ricca di speranza"(Giovanni Paolo II), speranza che oggi è quanto mai necessaria in ogni nostro ambito, più che mai nel mondo giovanile. In effetti lo sport, proprio in virtù della sua natura, è un mondo abitato da uomini e donne appassionati ed affascinati da una pratica, e da uno spettacolo, che non soffre paragoni con nessun'altra attività umana, anche perché caratterizzato da valori e regole che spesso sono lo specchio della quotidianità della persona. In tale contesto si innesta l'azione educativa della Polisportiva Parrocchiale che, attraverso il rispetto della persona - in quanto tale - e delle regole, diventa una palestra di vita per tutti gli associati.

Tutto questo vuole rispondere pienamente al mandato consegnatoci dai nostri Vescovi e contenuto nel documento pastorale, pubblicato nel 2010, dal titolo "Educare alla Vita Buona del Vangelo". E' proprio così che la nostra Polisportiva si pone l'obiettivo di non essere semplicemente un luogo in cui riunirsi per mettersi in gioco in maniera concreta e reale, ma piuttosto una famiglia in cui tutti possano sentirsi pienamente accolti e protagonisti.

Nessun avversario ma solo amici che: "GAREGGIANO NELLO STIMARSI A VICENDA".

   
© Parrocchia Santa Maria della Candelora - Via Domenico Romeo n.5 - Reggio Calabria

Login Form