AVVISO IMPORTANTE

 

In ottemperanza all'ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio e in sintonia con le disposizioni appena emanate dalla CEI, S. Ecc. Mons. Arcivescovo dispone che, fino al 3 aprile compreso, siano sospese le celebrazioni delle SS. Messe feriali e festive nel territorio della Diocesi di Reggio Calabria Bova. Per le celebrazioni dei funerali, l'Arcivescovo dispone che si faccia solo la benedizione della salma, a casa, esclusivamente con i congiunti ed in orario da concordare con la famiglia, rimandando ad altra data la Celebrazione eucaristica.


Questo, fino a nuova disposizione.
Contestualmente, Mons. Arcivescovo raccomanda che, ove possibile, siano mantenute aperte le chiese per la preghiera personale, fatte salve tutte le disposizioni e precauzioni precedentemente rese pubbliche.


Mons. S. Santoro,
Vicario generale
Arcidiocesi Reggio Calabria-Bova

 

tornate a trovarci seguiranno aggiornamenti

   
Dettagli

fotoaerea


La nostra Parrocchia è tra le più antiche parrocchie della Diocesi : appare nel 1567 nella platea della mensa Arcivescovile, ma la sue esistenza, secondo alcuni storici potrebbe risalire anche al secolo XIV quando in Diocesi esistevano ben cinque parrocchie dedicate a S.Maria.

 

Originariamente sotto il patronato dei Consolino passa poi sotto quello dei Conti Filocamo. (Il patronato era un antico diritto riconosciuto ad alcuni casati di scegliere il parroco con l’approvazione successiva dell’Arcivescovo).La parrocchia non ha un grande beneficio patrimoniale anche se è una delle più popolose (circa 1600 anime contro una media di 500 a parrocchia) e l’Arcivescovo D’Afflitto l’11 ottobre 1596 le annette il beneficio della Parrocchia di S.Maria di Pesdoglioso.

 

Vecchia immagine della Chiesa della Candelora

Presumibilmente la chiesa di piccole dimensioni (era chiamata cappella) si trovava in altro luogo dove oggi si trova l’asilo Genoese .

 

Alla fine del ‘500 era la più grande parrocchia della città,ma la sua chiesa era molto angusta , per questo motivo, Mons. D’Afflitto trasferì nel 1631 la Parrocchia alla Chiesa di S.Andrea e si chiamerà Parrocchia di S.Andrea e non della Candelora sino al 1688 quando la famiglia Filocamo inoltrò ricorso alla S.Rota che lo accolse.

 

Solo dopo il terremoto del 1908 viene affrontato il problema di una migliore sistemazione del luogo di culto collocando nel 1910 una chiesa baracca sull’argine del torrente S.Lucia – l’attuale via D.Romeo-.

 

candelora baracca 1908

 

La Chiesa-baracca fù distrutta da un incendio nella notte del 14 febbraio 1946 e sullo stesso posto fu costruita l’attuale chiesa consacrata da Mons.Ferro il 12 marzo 1960.

Per quattordici anni la Parrocchia è stata ospitata nel salone delle Suore di carità dell’Istituto San Pio X (attuale Conservatorio), secondo quanto raccontano alcune persone anziane il Parroco Don Pasquale Catanoso riuscì a salvare la pisside con le Ostie consacrate.

 

 

 

 

candelora2

 

 

Prima dell’erezione delle Parrocchie di S.Domenico (1959) e S.Antonio (1979) la nostra Parrocchia aveva un’estensione maggiore ed il suo territorio comprendeva la Via Reggio Campi sino quasi a San Prospero e tutta la Parrocchia di S. Antonio sino a Schiavone Mati (cabina elettrica di Condera) e il Torrente S. Lucia sino alle mura del Cimitero.

   
© Parrocchia Santa Maria della Candelora - Via Domenico Romeo n.5 - Reggio Calabria

Login Form